SATOR, Tintilia del Molise 2010 – Cianfagna

Osservo da qualche secondo l’etichetta di questa Tintilia del Molise prodotta dall’azienda Agricola Cianfagna. E’ il famoso Quadrato di Sator, nota frase palindroma composta da 5 parole che possono essere lette allo stesso modo a prescindere dal verso in cui lo si faccia.

Difficile stabilire il significato letterale della frase composta dalle cinque parole, dal momento che il termine AREPO non è strettamente latino. Alcune congetture su tale parola portano a una traduzione, di senso oscuro, quale “Il seminatore, con il carro, tiene con cura le ruote“, della quale si cerca di chiarire il senso intendendo il riferimento al seminatore come richiamo al testo evangelico.
Una interpretazione più semplice considera “Arepo” come nome proprio, da cui il significato diverrebbe “Arepo, il seminatore, tiene con maestria l’aratro”.

Un richiamo storico e legato all’agricoltura introducono un vino davvero interessante. La Tintilia, vitigno caratteristico del Molise, molto lentamente sta prendendo piede tra chi è abituato a spaziare ed apprezzare le migliaia di sfaccettature (buone) che il mondo enologico può offrire.

Il terreno sui cui i vigneti crescono è di tipo calcareo-argilloso, per una superficie totale di tre ettari, allevati a cordone speronato. Le piante ricevono solo ed esclusivamente zolfo e rame, tutte le altre pratiche sono evitate accuratamente.

I grappoli della Tintilia – che predilige territori collinari con buona escursione termica tra notte e giorno – sono piccoli, così come lo sono gli acini. Una resa bassa (che oscilla a seconda delle annate dai 35 ai 50 ettari), una resa per ceppo interessante (di circa 1,5 kg per pianta) e la vendemmia manuale sono tutti fattori che manifestano la volontà aziendale di ricercare la qualità.

E nel calice tutto questo è ben visibile. La 2010 mantiene un rubino scuro e impenetrabile, leggermente granato solo sull’unghia. Il naso è intenso e succulento, ancora fresco. Chiudendo gli occhi un colore rosso vivace prende possesso della mente. Fragole, ribes,ciliege, quei frutti pronti a far salivare per bene. Più avanti compare qualche nota floreale più cupa, seguita da un vago sentore di cipria (ebbene si, per la prima volta la nomino in una degustazione; ma mi ricorda proprio l’odore della cipria che mia madre mi sbatté sul voto per nascondere i segni della varicella il giorno della mia comunione).

Ora beviamo; si inizia a salivare ancora col vino in bocca. I tannini sono molto delicati. Ritorni fruttati si presentano a ondate, buono il calore e la persistenza. Lieve sensazione finale amaricante.

Che dire, mi è veramente piaciuto. 88/90

Cianfagna Vigne

 


 

Azienda Agricola Cianfagna.
Sede ad Acquaviva Collecroce (CB)
Contrada Bosco Pampini, 3
Tel. 0875 970253 – Cell. 333 2776776
agricola@cianfagna.com – www.cianfagna.com

 

2 thoughts on “SATOR, Tintilia del Molise 2010 – Cianfagna

  1. Ciao Claudio, sono il produttore della Tintilia SATOR, Vincenzo Cianfagna. Sono contento che hai apprezzato il nostro vino. Mi farebbe piacere conoscerti personalmente e magari farti assaggiare anche la nostra Riserva SATOR. Se ci sei passa a salutarci al VInitaly nello stand del Molise.

    1. Grazie Mille Vincenzo,
      Il Molise non mi è proprio di passaggio, ma prometto che se farò un giro per cantine la tua sarà sicuramente in lista! Per il Vinitaly volentieri, ci vediamo ad Aprile allora. Un saluto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: