Degustazioni Regione Alto Adige Regione Alto Adige Vini DOC Vini Italiani vini rosati

Alto Adige Doc Moscato rosa 2013, Franz Haas

L’Italia dei vini dolci parla spesso di moscato e lo fa con declinazioni dialettali. Si parte all’estremo sud con il moscato d’Alessandria, che si trasforma nel famoso passito di Pantelleria, per poi risalire la Sicilia e l’intera penisola italiana seguendo la diffusione del moscato bianco.
Un vitigno che nell’isola siciliana parla netino, siracusano e tranese e che lungo la penisola passa per la Toscana fino ad arrivare ad Asti. Nel centro Italia troviamo poi il moscato di Terracina e in Lombardia il Moscato di Scanzo. È nel nord Italia poi che maggiormente si sviluppano due varietà di moscato, meno noti al grande pubblico, quello giallo e quello rosa.

È proprio il moscato rosa che da qualche mese ha attirato la mia curiosità. Si narra sia arrivato in Italia dalla Grecia e che deve il suo nome a quel sentore tipico di rosa che caratterizza la sua produzione. È un vitigno del nord-est, diffuso maggiormente nella zona dell’Alto Adige, ha una maturazione medio-tardiva e spesso la sua resa è bassa, anche a causa di una tendenza all’acinellatura.

Incuriosita da questo vitigno, ieri, in visita alla presentazione della “Guida essenziale ai vini d’Italia 2016” di Daniele Cernilli (Doctor Wine), ho colto al volo l’occasione e degustato il moscato rosa 2013 dell’azienda Franz Hass.

IMG_5610Un vino dolce frutto non di vendemmie tardive o appassimento, ma semplice risultato di un vitigno che presenta un alto residuo zuccherino naturale e che se coltivato nel periodo di maturazione regala al gusto sensazioni di dolcezza e freschezza. Il processo di vinificazione prevede una macerazione breve, per evitare un’eccessiva estrazione di tannini, e una maturazione in acciaio.

Il colore rosso rubino, è quello caratteristico del moscato rosa. Al naso i sentori raccontano la tipicità del vitigno con una predominante floreale di rosa accompagnata da sentori speziati di chiodi di garofano con sfumature di buccia d’arancia. La complessità olfattiva si ritrova nel palato, dove l’iniziale piacevole dolcezza viene accompagnata da una sensazione di freschezza, evolvendo, con un’importante persistenza, in una sorprendente e delicata sapidità e aromaticità.

 


 

Franz Haas
Tel. +39 0471 812280
Fax. +39 0471 820283
info@franz-haas.it
info@pec.franz-haas.it

Sull'autore

Isabella Perugini

Lascia un commento

Questo è un negozio di prova — nessun ordine sarà preso in considerazione. Ignora

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: