Vini Etici – Una via di mezzo?

9124982179_185955cee9_zAbbiamo parlato in un articolo passato della differenza tra vino biologico e biodinamico. Due filosofie con uno scopo simile: tornare ad un vino più sano possibile.
Nicholas Joly, agronomo e viticultore francese nel libro La vigna, il vino e la biodinamica – Slow Food editore dichiara senza mezzi termini che il mondo del vino è stato contaminato.
Tutto iniziò quando vennero introdotti i diserbanti per estirpare le erbacce sotto la vite, il quale ha creato un impoverimento del suolo e quindi della nutrizione della vite. Si è dovuti così passare ai concimi, che “fanno bere” una vite più del dovuto riempiendola di umidità. Umidità crea muffe ed ecco che si è tenuta indispensabile l’introduzione dei prodotti anti-micemici. Insomma una catena chimica che ha invaso le nostre vigne.
Questo per dire che ormai si sta provando, chi più intensamente, chi meno ad eliminare ciò che non è naturale nella produzione del vino. In questo contesto si inserisce un piccolo gruppo di imprese che producono vini etici.

Dal 2010 sotto la guida dell’enologo Filippo Ferrari si sta cercando di unire più persone possibili sotto quello che è il loro manifesto di produzione:
1) No a:

  • Chimica di Sintesi
  • Solforosa sulle uve
  • Proteine Animali
  • Etil-Fenoli, Amine Biogene, Ocratossina o altre deviazioni
  • Utilizzo di vetro pesante e tappi sintetici
  • Diserbanti
  • Lieviti aromatici e geneticamente modificati
  • Enzimi esogeni
  • Sali ammoniacali
  • Concimi commerciali

2) Si a:

  • Pratiche rivolte alla Vitalità
  • Vini Godibili e Longevi
  • Certificazione da Enti Autorizzati
  • Tecnica del coinoculo
  • Vini 100% da uve aziendali

3) Meno:

  • Rame e Zolfo
  • Livelli di Solforosa Totale
  • Consumo di Risorse Energetiche nel processo produttivo
  • cimature
  • lavorazioni al suolo

Un manifesto che richiede un maggiore impegno da parte dei produttori i quali devono mostrare più attenzioni ai vitigni e alla loro terra. Ripristinano sicuramente in questo modo un rapporto con la natura non indifferente, che a mio avviso sarebbe bello poi cercare nelle degustazioni. Non ho ancora avuto modo di provarli ma è nella mia lista delle cose da fare!

Le aziende coinvolte sono:
TENUTA LENZINI – Lucca
PIOMBAIA – Montalcino
FATTORIA DI POGGIOPIANO – Fiesole
DALLE NOSTRE MANI – Fucecchio (FI)
TENUTA MORDINI – Lucca
CANTINA MORONE – Benevento.

Per ulteriori informazioni vi rimando al sito:
Vini Etici
Via F.Conti 7/B – 50065 Molino del Piano – Pontassieve – Firenze
www.vinietici.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: