Degustazioni GDO Resto del Mondo Vini Rossi

Ho comprato un Borgogna al Carrefour per vedere il sapore che ha…

Scritto da Claudio Bonifazi

L’altro giorno passeggiavo tra gli scaffali della nota azienda della grande distribuzione, quando in un angolo vedo una piccola area riservata ai sapori di Francia.

L’occhio subito cade su alcune bottiglie di vino, esposte accanto ad altre di sidro, le cui etichette riportavano due grandi zone produttive francesi, Borgogna e Bordeaux.

La bottiglia di Bordeaux era venduta alla modica cifra di 6 euro (diciamolo, tremendamente bassa), mentre il Borgogna chiedeva uno sforzo economico in più: ben 12 €.

Viste le recenti polemiche sulla GDO, che svende le grandi denominazioni del nostro paese a prezzi esageratamente economici, ecco finalmente un caso che avrebbe riguardato finalmente i cugini d’oltralpe e non noi.

Dovendo investire bene i miei soldi, passo qualche minuto con le due bottiglie in mano e alla fine opto per i 12 euro portando a casa il Bourgogne Hautes Côtes de Nuits 2014 di Domaine Joannet

Domaine Joannet è una realtà abbastanza grande tanto in termini di numeri che d’estensione; produce bottiglie nelle più note denominazioni della Borgogna, non lasciandosi scappare nemmeno Vosne con il Vosne Romanee 1er Cru “Le Suchots”. Appartiene a Fabien Joannet che ne tiene le redini.

Per il nostro Hautes Côtes de Nuits la cittadina di riferimento è Marey Les Fussey, e sono prodotte in tutto annualmente 35000 bottiglie.

Il vino presenta il tipico colore rubino trasparente; il naso apre con sentori di ciliegia  e lampone per morire precocemente su note di vaniglia misto ferro. Il palato presenta una massiccia acidità; tannino a malapena percettibile; finale breve, molto breve e semper acido. Non lo riacquisterei.

Insomma, a quanto pare questo problema delle denominazioni economiche non attanaglia solo noi, ma anche chi il vino lo produce e difende da secoli; a questo punto vorrei provare quel Bordeaux che ho lasciato sullo scaffale, forse.


http://www.domainejoannet.fr/

Sull'autore

Claudio Bonifazi

Amo bere e scrivere e per questo ho creato Vinopolis, per condividere tutto quello che bevo con gli altri. Dopo il Diploma da Sommelier sto continuando gli studi presso la WSET, dove ho ottenuto la certificazione avanzata; ad oggi sto frequentando il loro ultimo livello: il Diploma. Non pago scrivo anche su Vinoway e Bibenda7.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi