Enografia Regione Friuli Venezia-Giulia Regione Veneto Vini Bianchi Vini DOC Vini DOCG Wine News

Cos’è il Prosecco? Zone, vitigni e caratteristiche.

Scritto da Claudio Bonifazi

Potrebbe essere inserita nelle frasi del tipo “che avrà voluto dire” eppure quando mi sono trovato davanti a questa affermazione sono rimasto muto con una sorta perplessità.

Eh si! perché aver fatto il corso da Sommelier o scrivere di vino non mi autorizza mica a sfracassare i maroni al prossimo con puntualizzazioni saccenti e spesso scolastiche ogni volta che qualcuno esterni i suoi piaceri enologici, perché rischierei di essere isolato dal mondo.

Ma tornando sulla via di casa ecco che trovo la mia  Damasco e il senso di colpa per aver taciuto ha cominciato ad assalirmi. No, non ho telefonato a quel mio amico cercando di spiegare il disciplinare e i confini geografici del Prosecco, piuttosto ho capito che devo trovare, per quanto mi riguarda, un modo con cui lanciare piccole pillole di enologia a chi ne è parecchio a digiuno, specie se questo si auto definisce appassionato di vino: ed ecco la prima #campagnadisensibilizzazione.

Da dove viene il prosecco?

Il prosecco DOC (Denominazione di Origine Controllata) è un vino bianco che viene prodotto nel nord-est del nostro paese, nello specifico in 5 province venete e 4 province del Friuli Venezia Giulia; e sono nell’ordine:
– Treviso, Venezia, Vicenza, Padova, Belluno
– Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine.

Le due DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita) sono racchiuse in zone molto più ristrette:
Prosecco di Conegliano-Valdobbiadene è prodotto unicamente nel Trevigiano, in particolare nella fascia collinare compresa tra Vittorio Veneto e Valdobbiadene.
– Colli Asolani – Prosecco o Asolo – Prosecco è prodotto invece in provincia di Treviso.

Tratta dal sito web: discoverproseccowine.it

Con quali uve si produce?

L’uva cardine del Prosecco è l’uva Glera che deve occupare almeno l’85% del blend. È consentito aggiungere poi un 15% massimo di Verdiso, Bianchetta Trevigiana, Perera, Glera lunga, Chardonnay, Pinot Bianco, Pinot Grigio e Pinot Nero (se vinificato in bianco).

Il prosecco è solo spumante?

Assolutamente no! Il prosecco può essere prodotto in 3 diverse tipologie:

  1. Tranquillo: (forse la versione meno nota), un vino bianco fermo senza bollicine.
  2. Frizzante: con un perlage* di moderata consistenza.
  3. Spumante: con un perlage più fine e consistente.

*modo figo e preso dal francese utilizzato per dire Bollicine.

La spumantizzazione è fatta col metodo Martinotti, in autoclave, anche se ultimamente si stanno producendo vini con seconda fermentazione in bottiglia e col metodo ancestrale.

Come riconosco il Prosecco?

Essendo vincolato a stretti disciplinari di produzione il Prosecco, sia nella versione DOC che DOCG, deve presentare in etichetta la denominazione; inoltre sul collo della bottiglia deve essere presente il contrassegno di Stato.

Se dovesse venire meno una sola delle condizioni elencate in questo articolo NON state bevendo prosecco, ma un altro vino spumante che potrebbe provenire da altre grandi zone di produzione del nostro paese.

Quindi basta chiamare prosecco qualunque cosa abbia una bollicina, da oggi che il suo nome non venga pronunciato più invano!

Qual è il miglior modo di degustare il prosecco?

Il vino Tranquillo ad una temperatura massima di 12 gradi, mentre il Frizzante e Spumante danno il meglio di sé tra i 6 e gli 8 gradi.

Il vino presenta genericamente note floreali e fruttate che possono complessarsi con i vari metodi di spumantizzazione; con il metodo ancestrale o metodo classico inoltre potrebbero comparire piacevoli sensazioni di crosta di pane data dai lieviti.

 


http://www.discoverproseccowine.it/it/
https://www.bibenda.it/news_bibenda_singola.php?id=2465

Sull'autore

Claudio Bonifazi

Amo bere e scrivere e per questo ho creato Vinopolis, per condividere tutto quello che bevo con gli altri. Dopo il Diploma da Sommelier sto continuando gli studi presso la WSET, dove ho ottenuto la certificazione avanzata; ad oggi sto frequentando il loro ultimo livello: il Diploma. Non pago scrivo anche su Vinoway e Bibenda7.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi