Aziende Degustazioni Regione Piemonte Vini Bianchi Vini Rossi Wine News

Il Gavi di La Raia

Scritto da Claudio Bonifazi

Nel 2003 Giorgio Rossi Cairo con la famiglia acquistò i primi poderi de La Raia, tra le colline del Gavi, nel basso Piemonte, che conta oggi di 180 ettari tra viti, pascoli e boschi. L’idea di rispettare un territorio così importante a livello internazionale portò la stessa famiglia ad intraprendere il cammino del regime biodinamico, ottenendo la certificazione Demeter.

La prima azione fu la riconversione della coltivazione delle viti: sovescio tra i filari, corno letame dinamizzato e stallatico per fertilizzare questo terreno marnoso, areazione profonda, assenza di pesticidi, modiche quantità di rame e di zolfo di cava spruzzate in determinati periodi dell’anno, potatura che segue la fase discendente della luna.

Ruolo importante ha avuto anche il ripristino della rotazione dei terreni, con il recupero di coltivazioni antiche come il farro monococco, il farro dicocco, il farro spelta e la segale ed infine è stato reintrodotto l’allevamento del bestiame a pascolo, con mucche di razza fassona.

Oggi La Raia produce tre tipi di Gavi D.O.C.G. – Gavi, Gavi Riserva Vigna della Madonnina e Gavi Pisé –e due tipi di Piemonte D.O.C. Barbera.

Il risultato finale è una gamma di vini di alto livello, espressivi di un terroir capace di regalare i migliori bianchi espressivi dell’enologia piemontese. Qui di seguito i vini che ho avuto modo di degustare.

La degustazione

Gavi 2015 (Cortese 100%) – 13% abv.
Giallo paglierino tenute. Naso piacevole che mostra una marcata frutta a polpa gialla matura, rincorsa da erbe aromatiche e pompelmo. Bocca coerente dalla buona chiusura minerale, piacevolmente amarognola. 83/100

Gavi Riserva 2014 (Cortese 100) – 13% abv
Le uve provengono dal vigneto della Madonnina. Paglierino dai riflessi verdolini. L’olfatto apre il ventaglio aromatico con agrumi delicati, a seguire nespola, erbe aromatiche e coda mentolata. Bocca elegante, fine, dalla consistente retro-olfattiva che rende lungo il finale. Vivace freschezza e moderata sapidità. 88/100

Barbera DOC 2014 – 13% abv
Rosso rubino. Al naso, piuttosto lineare, si presentano frutta rossa, viole e spezie dolci. Tannino non invasivo e ben integrato, buona la freschezza che nel finale dona persistenza assieme ad una sensazione pseudo calorica. 84/100

Vini la raia

 

Come arrivare a La Raia

La Raia si trova a Novi Ligure (AL) in Strada di Monterotondo 79.
L’azienda agricola si può raggiungere dall’autostrada A7 Milano-Genova, uscita Serravalle Scrivia.
Al casello proseguire in direzione Serravalle Scrivia centro. Giunti alla Rotonda svoltare a sinistra direzione Serravalle Scrivia. Pochi metri dopo la rotonda prendere la prima strada sulla destra (in salita) direzione Monterotondo, per circa 6 km.
A Monterotondo avrete questi riferimenti: cimitero e chiesa sulla sinistra. Arrivati nel piccolo paese di Monterotondo seguite la freccia per Novi Ligure, circa 2 km. Troverete l’indicazione di Zerbe Inferiori, superatela e procedete per circa 300 m: l’ingresso de La Raia, che si apre su di un lungo viale alberato, è sulla sinistra.


 Società Agricola La Raia s.s.
Strada Monterotondo 79, 15067
Novi Ligure (Alessandria) Italia
tel. +39 0143 743685
http://la-raia.it

Sull'autore

Claudio Bonifazi

Amo bere e scrivere e per questo ho creato Vinopolis, per condividere tutto quello che bevo con gli altri. Dopo il Diploma da Sommelier sto continuando gli studi presso la WSET, dove ho ottenuto la certificazione avanzata; ad oggi sto frequentando il loro ultimo livello: il Diploma. Non pago scrivo anche su Vinoway e Bibenda7.

Commento

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi