Degustazioni GDO Regione Puglia Vini DOC Vini Rossi

Salice Salentino Riserva 2011- Leone de Castris

Scritto da Claudio Bonifazi

Fa piacere notare che in alcuni centri di grande distribuzione si possano trovare ad ottimo prezzo delle bottiglie di qualità. Passeggiando per i banchi della COOP di Ciampino, città in cui attualmente risiedo, mi sono imbattuto in alcune etichette niente male.

Accettando l’idea che il nostro caro Silio Limiti mi ha proposto, inizieremo oggi a raccontarvi alcuni vini reperibili nella grande distribuzione. L’intento è quello di indirizzare i consumatori verso etichette capaci di soddisfare il rapporto qualità prezzo e che siano venduti presso i centri che, ad oggi, sono ancora maggiormente utilizzati: i supermercati. Non me ne vogliate se in queste degustazioni chiamate GDO utilizzerò un linguaggio meno tecnico, il fine è di arrivare a tutti.

Iniziamo dunque con questa etichetta: Salice Salentino Riserva 2011 di Leone de Castris.

Tale bottiglia proviene dalla Puglia da uno dei più noti produttori, Leone de Castris, che “inizia la sua attività vitivinicola  nel lontano 1665 per arrivare al primo imbottigliamento, con la nascita del marchio, nel 1925. Nel 1943 imbottiglia il primo rosato in Italia.
Con la vendemmia 1954 nasce il Salice Leone de Castris e grazie alla sua commercializzazione ventennale, in Italia e all’estero,  prende vita la Doc nei primi anni ‘70.*”

Il vino è il risultato della spremitura di Negramaro e Malvasia Nera, due tipi di uve a bacca nera, solitamente unite in un unico blend proprio in Puglia. Il Negramaro prevale sulla Malvasia nella Denominazione Salice Salentino ed in questo caso è impiegato per il 90%. La Malvasia aggiunge colore e note fruttate.

Le viti sono allevate ad alberello, ovvero senza sostegni, e hanno ben 40 anni di età; il vino poi affina in botte per ben 12 mesi, la versione riserva prevede almeno due anni di invecchiamento prima di essere messo in commercio.

Tornando a noi il vino si presenta di un bel colore scuro, rubino con qualche sprazzo più chiaro tendente al granato. Mettendo il naso dentro la sensazione che si ha è quella di percepire degli odori scuri, che ricordano frutta nera come delle amarene o delle more. Si possono sentire anche delle note di legno e vanigliate segno del passaggio in botte. In bocca la succosità è il segno caratteristico di questo vino, che vi farà salivare come se stesse bevendo un succo di arancia. L’ astringenza percepita sul davanti della bocca, dovuta ai tannini, è delicata e non mostra forte aggressività. Più che buona la persistenza del vino.

Il prezzo di scaffale è di 11 euro.

Schermata 2015-10-30 alle 16.18.10

 


 

*pezzo citato dal nostro partner vinoway.

Leone de Castris
Via Senatore de Castris
73015 Salice Salentino (LE) Italy
Tel. +39 0832 731112
marketing@leonedecastris.com

 

 

 

 

Sull'autore

Claudio Bonifazi

Amo bere e scrivere e per questo ho creato Vinopolis, per condividere tutto quello che bevo con gli altri. Dopo il Diploma da Sommelier sto continuando gli studi presso la WSET, dove ho ottenuto la certificazione avanzata; ad oggi sto frequentando il loro ultimo livello: il Diploma. Non pago scrivo anche su Vinoway e Bibenda7.

  • Grazie per il linguaggio meno tecnico comunque un leone de Castris alla COOP ci sta alla gande, I°) perché quella GDO la ritengo seria II°) perché Leone de Castris è garanzia di serietà.

    • Ha ragione Graziano, bisogna dire che ultimamente anche la GDO sta iniziando ad avere bottiglie interessanti, anche il Carrefour, Auchan e Esselunga propongono etichette interessanti. Se il consumatore prendesse coscienza di ciò piano piano arriverebbe ad apprezzare il vino in tutte le meraviglie che rappresenta. Grazie ancora per essere passato di qui!

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi