Wine News

Quello che devi sapere se vuoi fare il Sommeliere.

Scritto da Claudio Bonifazi

Se sei capitato in questo post é perché probabilmente stai pensando di segnarti a qualche corso che abbia a che fare col vino. In questo post non ti diamo la soluziome, ma ti apriamo gli occhi.

Se lo fai per passione salta pure questo articolo, se lo fai perché vuoi lavorare allora leggi.

Presupposto: se vuoi essere un professionista Laureato l’unica istituzione che puó darti un titolo ufficialmente riconosciuto dalla pubblica istruzione é l’Universitá.

La facoltá di Agraria con il corso “viticultura ed enologia” ti dará una buona formazione per allevare viti o produrre vino.

Bologna e Tuscia sono due facoltá estremamente valide.  Ci sono tanti enologi, tirocini e sacrifici all’estero potrebbero tornarvi utili.

Per tutto il resto ci sono valanghe di associazioni.

Se vuoi fare il Sommelier potrai imbatterti in ben 4 associazioni differenti: AIS, FIS, FISAR e ASPI.

Tutte loro offrono corsi suddivisi in tre livelli e a seconda di dove ti trovi nello stivale, l’una prevale sulle altre. Sono associazioni che prevedono oltre alla quota del corso, l’iscrizione all’associazione stessa di cui diventi membro.

Vai sui loro rispettivi siti internet e leggi il programma delle offerte formative e scegli in base a quello. Se chiedi in giro ogni associato ti dirá che la sua scuola é la migliore. Sappi che per fare il Sommelier devi necessariamente crearti esperienza in Sala nei ristorante, anche da cameriere; col solo diploma nessuno ti aspetterá a braccia aperte. Se vuoi lavorare nella ristorazione comincia da subito, il diploma ti aiuterá in seguito. I ristoranti che cercano solo ed esclusivamente la figura del Sommelier si contanto sulla punta delle dita. Quelli che cercano personale esperto, versatile sono un po’ di piú.

Per diventare giornalista devi fare la gavetta da giornalista, avere una laurea e lavorare in redazione con un compenso, sostenendo l’esame e iscrivendoti all’ordine; fino ad allora scriverai solo di vino. Un wineblog difficilmente ti sazia, potrebbe al contrario costarti all’inizio, per farti vedere qualcosina solo in un secondo momento.

Le cantine hanno bisogno di tutto eccetto di qualcuno che sappia dire “quanto é bello e buono il vino”. Se vuoi lavorare in cantina all’ufficio vendite una laurea in marketing piú il corso da Sommelier potrebbero esserti utili.

Un corso di potatura potrebbe farti diventare appetibile per due periodi dell’anno.

Esiste poi l’ONAV che forma gli assaggiatori di vino, corso piú breve. Entrando nel giro si puó finire ogni tanto a valutare i vini per la camera di commercio.

Se sei interessato ad espatriare fallo giá con i corsi stranieri. La WSET ti forma in lingua inglese ed é riconosciuta nei principali paesi anglofoni che pullulano di posti di lavoro, ma a fermarti ci penseranno i Visti e i Permessi.

Se poi vuoi intraprendere la carriera nelle varie associazioni con bravura ed impegno qualcosina riuscirai a fare.

Nonostante tutto vuoi ancora entrare nel mondo del vino? Benvenuto!

Ti cambierá davvero la vita anche se magari non quella lavorativa,

PS: questo articolo vuole solo tenervi svegli da chi promette il mondo. Le gambe sono vostre, camminate. Noi di intraprendere questo cammino ve lo consigliamo comunque.

 

Sull'autore

Claudio Bonifazi

Amo bere e scrivere e per questo ho creato Vinopolis, per condividere tutto quello che bevo con gli altri. Dopo il Diploma da Sommelier sto continuando gli studi presso la WSET, dove ho ottenuto la certificazione avanzata; ad oggi sto frequentando il loro ultimo livello: il Diploma. Non pago scrivo anche su Vinoway e Bibenda7.

Commento

  • Ciao molto utile il tuo articolo, ma ti voglio fare un’ulteriore domanda: se volessi iniziare il corso di sommelier (primo livello) mi consigli di iniziare da un classico AIS o andare direttamente con il WSET?
    Attualmente faccio un lavoro completamente diverso (organizzo grandi eventi a Milano) ma avrei voglia di fare di questa mia passione un potenziale nuovo sbocco lavorativo, forse anche per cambiare un pò vita.
    Grazie,
    Martina

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi