Uncategorized Vini Bianchi Vini passiti

Semplicemente tre (grandi) Riesling a confronto.

La Mosella
Scritto da Claudio Bonifazi

Parliamoci chiaro, la Germania è Riesling e questo vitigno trova tra le terre alemanne il suo perfetto terroir. Per chi non fosse pratico è un vitigno aromatico a bacca bianca – probabilmente originario della valle del Reno – dal quale si producono vini secchi, dolci o con bollicine. Considerato uno dei migliori  vitigni bianchi, dopo lo Chardonnay e il Sauvignon Blanc, è in grado di offrire ventagli aromatici che spaziano da frutta da albero come la mela a sentori agrumati. Quando invecchia inoltre sviluppa un’odore caratteristico di idrocarburi, che potremmo paragonare ad una gomma da cancellare quando viene strofinata su un muro (a causa del trimetil-di-idronaftalene – TDN).

Tale sentore aromatico è dovuto ad alcuni fattori:

  • Uve mature, basse rese e vendemmie tardive
  • Alta esposizione al sole
  • Stress idrico
  • Alto contenuto acido

Caratteristiche che, a dire il vero, sono sinonimo di vini di qualità, per questo è più facile che l’idrocarburo si manifesti in vini di pregio anziché semplici.

Al palato la tendenza acida è molto evidente, motivo per cui spesso questa parte dura viene “smorzata” con gli zuccheri.

In Germania le zone principali in cui il Riesling viene prodotto sono la Mosella e Reinghau.

vino1 : hattenheim pfaffenberg riesling kabinett trocken 2012, Schloss  Schönborn

Schonborn

Schonborn

Schloss Schönborn: una storica tradizione di produzione che rende il Domänen Weingut, situato nel cuore della Rheingau, sinonimo di cultura del vino di qualità.
Sin dal 1349 la famiglia Schönborn possiede vigneti o parcelle di essi lungo i pendii scoscesi che fiancheggiano il Reno. Nel corso dei secoli sono state fatte continue acquisizioni, le più rilevanti in termini qualitativi nel XVII e XVIII secolo, fino a raggiungere gli attuali 50 ettari ca. di cui il 90% coltivati a Riesling, mentre il restante 10% è impiantato a Pinot bianco e Pinot Nero.

Vitigno: Riesling 100%
Gradazione: 12% vol.
Categoria del Predicato: Kabinet
Temperatura di servizio: 8-10 °C
Costo: 18€

Di Colore paglierino; al naso subito gomma da cancellare, seguono poi litchi, pera bianca, tiglio e note minerali. In bocca sprigiona una freschezza di medio-alta intensità che trova spalla sapida a dono di una buona persistenza. Ideale freddo da consumare in aperitivi a base di olive farcite, frutti di mare, pollame e pasta. Non abbiamo disprezzato la focaccia con patate e rosmarino. Vino buono.

vino2: Grans-Fassian 2002. Trittenheimer Apotheke, Riesling Auslese

La loro tenuta è stata fondata nel 1624, e da oltre 380 anni si stende  sulla grande ansa della Mosella a Leiwen e Trittenheim.

Grans-Fassian, Auslese - 2002

Grans-Fassian, Auslese – 2002

L’azienda possiede oltre 10 ha di parcelle in vigneti  come il Leiwener Laurentiuslay, il Trittenheimer Apotheke, Piesporter Goldtröpfchen e Dhron Hofberg, piantate a Riesling, Weißburgunder e Grauburgunder.

Tipologia:Bianco Dolce (Auslese)
Regione:Mosella Grado alcolico:7%
Uve:Riesling 100%
Bottiglia:Renana 37,5 cl
Costo: 46 €

Vendemmia molto tardiva  con l’apporto sia della muffa nobile sia della  freschezza data dall’annata, regala un vino con naso molto chiaro con note fruttate di agrumi e frutta matura e la nota della botrytis. Anche al palato offre ottime sensazioni, di buon equilibrio nonostante l’importante freschezza. Vino molto buono.

vino3: Grans Fassian, Riesling Eiswein 1995

Tipologia:Bianco Dolce (Eiswein)
Regione:Mosella
Grado alcolico:6.5%
Uve:Riesling 100%
Bottiglia:Renana 37,5 cl
Costo: 86 €
Dal Leiwener Klostergarten ricco di scisti di ardesia grigie, le uve vengono raccolte a -8°C e pressate ancora congelate.

Frutta esotica, miele alle spezie, erbe aromatiche, arancia, albicocca tutto sorretto da una acidità cristallina e incredibile, allo stesso livello di una buona spremuta d’arance rosse. Vino Eccellente 

Grans-Fassian Eiswein 1995

Grans-Fassian Eiswein 1995

 

Sull'autore

Claudio Bonifazi

Amo bere e scrivere e per questo ho creato Vinopolis, per condividere tutto quello che bevo con gli altri. Dopo il Diploma da Sommelier sto continuando gli studi presso la WSET, dove ho ottenuto la certificazione avanzata; ad oggi sto frequentando il loro ultimo livello: il Diploma. Non pago scrivo anche su Vinoway e Bibenda7.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi