Wine News

“Io al formaggio gli faccio la TAC” – di L.Pirandello

Scritto da Claudio Bonifazi

pirandello-per-blog

“Che fai?” – mia moglie mi domandò, vedendomi insolitamente indugiare davanti allo specchio. – “Niente”, – le risposi, – “mi guardo qua, dentro il naso, in questa narice. Premendo, avverto un certo dolorino”. Mia moglie sorrise e disse: – “Credevo guardassi da che parte ti pende. Mi voltai come un cane a cui qualcuno avesse pestato la coda: – Mi pende? A me? Il naso?”

E’ questo l’incipit di Uno, Nessuno, Centomila di Pirandello, dove il protagonista Vitangelo Moscarda, uomo normale – fortunato aggiungerei io – un giorno, in seguito all’osservazione da parte della moglie la quale gli dice che il suo naso è leggermente storto, inizia ad avere una crisi di identità, a rendersi conto che le persone intorno a lui hanno un’immagine della sua persona completamente diversa dalla sua.

Vi chiederete cosa c’entri questo passo con l’introduzione alla degustazione dei formaggi. Beh ora ve lo spiego brevemente. Anni e anni fa, quando ancora ero totalmente estraneo al mondo dell’ enogastronomia, risi come un matto quando un mio amico straniero mi chiese come si chiamasse quella “palla molliccia di formaggio” che aveva mangiato la sera prima con me. Ero incredulo di quanta “ignoranza” fosse munito il mio caro amico visto che non conosceva la mozzarella, la mozzarella!

Qualche anno più in la la vendetta, o il Karma, fate voi tornò come un boomerang quando l’ignorante fui io che caddi dal pero quando scoprii che esisteva una disciplina atta a degustare i formaggi: “Ma perché si degustano?”.

Così, io come il Vitangelo ho iniziato a riflettere su quante volte  sarò sembrato ignorante agli occhi di altri senza saperlo, io che vedevo i difetti altrui e non i miei e da li decisi di iniziare il mio percorso educativo nei confronti del cibo e del vino (che non è finito e mai finirà).

Tale ragionamento vale un po’ per tutti, quante volte sentiamo dire, almeno a Roma che “a noi basterebbe il turismo per i mille siti archeologici e il buon cibo”.
Ma avete mai provato a spiazzare i qualunquisti di turno, magari con qualche affermazione del tipo: “Hai ragione, tu quanti musei di Roma hai visto? Meraviglioso Palazzo Altemps, certo diverso da Palazzo Massimi ma lo preferisco”.
Dopodiché fermatevi ad osservare l’espressione inebetita del vostro amico.
Possiamo spostare l’argomento poi sull’ enogastronomia, intervendo come segue:
“Eh hai ragione nel Lazio abbiamo tanti prodotti sottovalutati, Tu preferisci il Cesanese di Affile o il Cesanese Comune?”.

Chissà se queste domande, poste a vanvera qua e la possano scioccare il nostro interlocutore così come ha fatto la moglie con il povero Moscarda. Chi è appassionato di cibo e vino non dovrebbe fare a gara a chi è più dotato, mostrando su Facebook la bottiglia “figa” che si sta bevendo, ma dovrebbe comportarsi come una Mina Vagante:
“Le mine Vaganti servono a portare il disordine, a prendere le cose e a metterle in posti dove nessuno voleva farcele stare, a scombinare tutto, a cambiare piani. (dal Film di Ozpetek).

E’ per questo che a breve, tornado al Formaggio, su questo blog comparirà una piccola guida introduttiva su ciò che il mondo dei Caseifici ci offre e di come dovremmo relazionarci con questi prodotti tipici del nostro paese.

Tutta colpa di Pirandello, che in questa domenica di Novembre, ha voluto che scrivessi queste inutili parole (o forse non ho digerito la mia pessima figura di qualche anno fa’), perché fu proprio lui in persona a dirmi: “Io al Formaggio gli faccio la TAC”.

Sull'autore

Claudio Bonifazi

Amo bere e scrivere e per questo ho creato Vinopolis, per condividere tutto quello che bevo con gli altri. Dopo il Diploma da Sommelier sto continuando gli studi presso la WSET, dove ho ottenuto la certificazione avanzata; ad oggi sto frequentando il loro ultimo livello: il Diploma. Non pago scrivo anche su Vinoway e Bibenda7.

2 Comments

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi