Aziende Regione Lazio

Gelso della Valchetta: visita all’azienda.

Scritto da Claudio Bonifazi

Il Cru di Roma, 5 ettari di terreno immersi nelle vallate del parco di Veio, tra animali, natura e buon vino abbiamo passato un giorno da ricordare.

Schermata 2014-06-30 alle 16.58.53

Non siamo molto distanti dalle rovine del Parco Nazionale di Veio, a Nord di Roma, zona Olgiata. Su via Formellese si trova questa realtà vitivinicola, dove i proprietari di casa e dei vigneti ci hanno accolto, insieme a Daniele Lizza, nella loro dimora. E’ proprio questo il bello, si vive dove si produce il vino, anche se non è l’ attività principale essendo in realtà una famiglia di vivaisti.
Iniziò tutto nel 1997  quando i coniugi Caldani decisero di impiantare uve internazionali nei loro terreni: Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot e Chardonnay. Produzione destinata esclusivamente ad uso familiare, che poi, grazie alla mano dell’enologa Graziana Grassini ha potuto allargare i propri orizzonti ad un pubblico più ampio con i suoi due vini: “Il Gelso”, di taglio Bordolese e “Lilium”, Chardonnay in purezza.

Il nome dell’azienda deriva dal grande Gelso situato in fondo al giardino – con tanto di casetta in legno per i nipotini – e dal Fiume Valchetta che scorre lungo il perimetro dei vigneti, conferendo una buona stabilità termica, nebbia e umidità. Vitigni esposti a sud-ovest su terreni calcareo tufacei, in prossimità di tombe etrusche godono per buona parte della giornata di sole. Non si ha proprio l’idea, all’interno di questa piccola vallata, di essere distanti dal GRA di Roma una quindicina di Chilometri.

Daniele Lizza ci tiene a precisare che questo dovrebbe essere un piccolo “Cru” Romano, appartenendo al XV Municipio. Parliamo di una produzione totale di 35/40.000 bottiglie annue, che vorrebbero portare a 100.000 con acquisti di nuovi terreni circostanti “ma non di più, perché non vogliamo perdere la qualità a svantaggio della grande distribuzione”, precisa Lizza.

Produzione destinata per un 70% al mercato estero e per il 30% ad una realtà tendenzialmente Romana, dove il bacino della ristorazione e di qualche enoteca rende questo vino accessibile agli abitanti capitolini.

Dopo una breve passeggiata per la tenuta, ci siamo accomodati con Daniele e Flaminia (la figlia dei coniugi Caldani ndr) a tavola per degustare insieme a focacce, formaggi e salumi la produzione. Lilium 2013, di fresca vendemmia e una mini verticale del Gelso.

IL GELSO
Prodotto in genere con Merlot al 75% e Cabernet Sauvignon ha origine da un vigneto allevato a cordone speronato con giacitura a 60 m.s.l. Raccolta manuale, pressatura soffice, malolattica in vasca, acciaio e poi bottiglia per 6 mesi. Un vino di buonissima qualità e rapporto con il prezzo, che lascia soddisfatto chiunque lo degusti.

Annata 2010: Si sente la frutta rossa, ancora fresca, qualche traccia di humus e fiori. Il tannino presente conclude con lieve nota amaricante.
Annata 2009: E’ stato il vino più chiuso. Abbiamo dovuto attendere almeno una buona mezz’ora affinchè cominciasse a tirar fuori la sua compostezza, dove si percepisce una nota cioccolatosa e sentori tendenti più alla confettura. Bene in bocca.
Annata 2006: Qui oltre ai sentori già elencati in precedenza che tendono a confermarsi e a verticalizzarsi con il passare del tempo si aggiungono note fumè e balsamiche, tiene bene l’acidità.
Annata 2005: Tutto si fa più “scuro”, si è allo stato di confettura/caramellatura della frutta. La prugna predomina sugli altri frutti, rabarbaro e anche il colore diventa granato.

Lilium 2013: E’ il bianco con Chardonnay in purezza, prende il nome da nonna Liliana, che richiese un bianco per se in casa. Parliamo di un bouquet intenso, con frutta verde come mela e pera, rosmarino, salvia e buona dose minerale. Conferma in bocca la sapidità che duella con la freschezza, probabilmente vincendo su essa. Un vino fresco, da bere con ottimi piatti di pesce o anche da solo con qualche stuzzichino.

Azienda Agricola Gelso della Valchetta
Via Formellese, 173/c – 00123 Roma – Italia
Tel./Fax. +39 0693577656
info@gelsodellavalchetta.com

Sull'autore

Claudio Bonifazi

Amo bere e scrivere e per questo ho creato Vinopolis, per condividere tutto quello che bevo con gli altri. Dopo il Diploma da Sommelier sto continuando gli studi presso la WSET, dove ho ottenuto la certificazione avanzata; ad oggi sto frequentando il loro ultimo livello: il Diploma. Non pago scrivo anche su Vinoway e Bibenda7.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi