Aziende

Birre SerroCroce, dove “terroir” e birra convivono assieme

Scritto da Claudio Bonifazi

Vi parlo delle birre SerroCroce, dove agricoltori di cereali e mastri birrai lavorano nello stesso posto; si potrebbe parlare di birra e terroir, tra le splendide colline ai lati del Vulture. Più in la invece le descrizioni delle birre.

 

SerroCroce è uno di quei birrifici in cui si può finalmente parlare di birra e territorio, dove coltivatori e mastri birrai lavorano nello stesso posto. Ci troviamo a Monteverde, Campania, ai confini della Basilicata e non lontano dal monte Vulture (già noto per i grandi Aglianico che ci offre) e più precisamente su tre colli che sovrastano la valle dell’ Osento; uno di questi è il SerroCroce da cui prende il nome l’azienda: una tradizione di famiglia mai interrotta che coltiva orzo e frumento tra queste terre già da molto tempo. Territori favorevoli alla produzione di cereali grazie al sole, il suolo, il microclima e l’esposizione.

A tutto ciò si aggiunge l’opera dei coltivatori, che giorno dopo giorno, a partire dall’aratura dei campi vedono crescere il prodotto che poi sarà materia prima per le loro birre. Una coltura attenta che cerca di limitare uso di azoto e beta-glucani.

Dopo la raccolta si passa alla maltificazione dei cereali che, una volta pronti, vengono spezzettati e messi in acqua bollente; si aggiungono poi i lieviti, i luppoli per amaricare, aromatizzare e conservare.
Si passa poi alla fermentazione, aggiungendo i lieviti,  che dura dagli 8 ai 10 giorni per prosegue infine con la maturazione che può arrivare fino al mese.

La passione dei produttori trapela già nelle parole di Vito Pagnotta che  scrive quanto segue:

Ricordo come se fosse oggi quel giorno nei campi con mio nonno, mentre accarezzavo le spighe gli dissi: “E se oltre al pane producessimo anche birra con i nostri cereali”? Senza mai perdere il mio intimo rapporto con la terra, decisi di iscrivermi all’Università di Agraria del Molise per apportare nuove conoscenze in azienda e continuare a farla crescere così come aveva fatto mio nonno che, con un approccio moderno, lavorava già secondo i principi della filiera corta: parte dei cereali prodotti in azienda venivano trasformati in pane nel panificio di famiglia. Iniziai così ad impostare le tecniche di coltivazione sperimentale direttamente in azienda. I risultati furono da subito eccellenti. E per affinare le competenze mi trasferii in Belgio, apprendendo nozioni, segreti ed esperienze direttamente dai mastri birrai. Rientrato in Italia, con la collaborazione del CERB dell’Università di Perugia, avviammo la produzione ufficiale della birra artigianale di alto pregio.
Noi ci siamo fatti inviare due campioni delle birre prodotte: “Chiara” e “Ambrata”. Le abbiamo assaggiate e le abbiamo trovate di altissima qualità. Ma per descriverle seguiranno due altri piccoli post, siamo sempre soliti dividere il focus sul produttore e la descrizione del singolo prodotto.
Intanto vi lasciamo in compagnia delle immagini dei campi:
AZIENDA AGRICOLA SERRO CROCE DI VITO PAGNOTTA
Viale Michelangelo, 39
83049 – Monteverde (Av) – Italia
Tel. +39 0827 86219 – Fax +39 0827 86219
Cellulare +39 328 0948285
Web : www.serrocroce.it
Email : serrocroce@gmail.com

 

Sull'autore

Claudio Bonifazi

Amo bere e scrivere e per questo ho creato Vinopolis, per condividere tutto quello che bevo con gli altri. Dopo il Diploma da Sommelier sto continuando gli studi presso la WSET, dove ho ottenuto la certificazione avanzata; ad oggi sto frequentando il loro ultimo livello: il Diploma. Non pago scrivo anche su Vinoway e Bibenda7.

Commento

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi