Regione Lazio Vini IGT Vini Rossi

Mater Matuta 2010 – Rosso IGT – Casale del Giglio, Lazio

Sicuramente un vino che siede nell’olimpo dei vini laziali. Syrah e Petit Verdot trovano un’ottima armonia in questo vino che nasce in provincia di Latina. Mater Matuta, con il nome di una Dea, questo vino fa sorgere nel palato belle sensazioni!

Immagine al momento non disponibile, riprovare più tardiNon si può essere del Lazio e non aver assaggiato un vino come il Mater Matuta. Prodotto con uve Syrah e una piccola parte di Petit Verdot nella zona sud della regione questo è un vino che ha stoffa da vendere. Nasce in un’azienda che nel 1982, con la famiglia Santarelli, ha riunito un equipe di universitari per dar vita ad una sperimentazione chiamata appunto “Casale del Giglio”. Lo scopo era quello di impiantare vitigni in un territorio (l’agro pontino) che prima della bonifica Mussoliniana era palude.
Il risultato è stato quello di originare dei grandi vini, dove il titolo di vino “madre” può essere assegnato, anche per via del nome alla Mater Matuta. Etichetta dedicata alla Dea latina dell’Aurora, la quale proprio a Ferriere, zona di produzione aveva dedicato un tempio detto Satricum. 

Dopo la breve introduzione storica passiamo ora ai dettagli del vino. Inizierei subito con la descrizione e solo alla fine uno sguardo all’etichetta e note tecniche.

Degustazione:
L’ipenetrabilità di questo rubino, lievemente granato sull’unghia è tenebrosa. Molto denso, forma delle lacrime che faticano a scendere lungo le pareti del calice. Anche gli odori sono fruttati e si susseguono in modo armonico. Ciliegia, susina allo stato di confettura, cacao con finale balsamico. Entra in bocca  con eleganza grazie al suo tannino arrotondato, sapidità tenue e leggera freschezza finale.

Mater Matuta
Rosso IGT – Lazio
Anno 2010
Uve: Syrah (85%) e Petit Verdot (15%)
Vol. 14%
Prezzo: 30 €

Syrah (85%) e Petit Verdot (15%)*. Le uve per entrambe le varietà vengono raccolte in ottimo stato di maturazione, talvolta leggero appassimento per il Syrah. La vinificazione prevede per i due vitigni tecniche diverse.
Il Syrah fermenta con lieviti indigeni secondo la tecnica del cappello sommerso per un periodo di 18–20 giorni, durante i quali avvengono periodici “delestage” soprattutto nelle fasi iniziali. Il Syrah conferisce così al Mater Matuta complessità e carattere, con tannini dolci e profumi intensi di marasca e spezie. Per il Petit Verdot invece, la vinificazione avviene mediante l’uso di follatori che consentono la massima estrazione di tannini e sostanze polifenoliche. Nasce così un Petit Verdot di grande corpo e struttura che ben si presta a lunghi invecchiamenti. Dopo attenta svinatura, dove la movimentazione delle vinacce avviene solo per gravità, i vini vengono messi separatamente in barriques nuove per 22–24 mesi. Segue un ulteriore affinamento di 10–12 mesi in bottiglia.

  • CASALE DEL GIGLIO SRL
    Indirizzo: Strada Cisterna – Nettuno, km 13, 04010 Le Ferriere Latina
    Telefono:06 9290 2530
    www.casaledelgiglio.it

Sull'autore

Claudio Bonifazi

Amo bere e scrivere e per questo ho creato Vinopolis, per condividere tutto quello che bevo con gli altri. Dopo il Diploma da Sommelier sto continuando gli studi presso la WSET, dove ho ottenuto la certificazione avanzata; ad oggi sto frequentando il loro ultimo livello: il Diploma. Non pago scrivo anche su Vinoway e Bibenda7.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi