Vini DOCG Wine News

I vini D.O.C.G.

Scritto da Claudio Bonifazi

I vini di origine controllata e garantita sono vini di pregio che devono essere prodotti seguendo una disciplinare ministeriale. E’ indicato nell’etichetta del vino e riporta rigorosamente la località geografica di produzione. E’ un titolo che viene dato a vini che hanno acquisito già la dicitura DOC che però a causa della zona geografica in cui si trovano acquistano ulteriore valore di pregio per via delle caratteristiche che un luogo riesce a conferire ad un determinato prodotto. In Italia ad oggi esistono 74 vini DOCG.

Nella sezione a destra, “seleziona un vino o una regione” scegliendo la voce “vini DOCG” potete accedere alla descrizione di questo patrimonio nazionale.
Inoltre se potessimo stilare una sorta di piramide sulla qualità dei vini potremmo dire che alla base troviamo rispettivamente “i vini da tavola”, poi a salire i vini IGT (indicazione geografica tipica), i vini DOC (denominazione e origine controllata) ed in fine sulla cima i DOCG.

Di seguito elenchiamo i vini DOCG italiani suddivisi per regione:


PIEMONTE: 16
1. Alta Langa (pinot nero e/o chardonnay dal 90% al 100%) 
2. Asti (100% moscato bianco) 
3. Barbaresco (100% nebbiolo)
4. Barbera d’Asti (barbera min 90%)
5. Barbera del Monferrato superiore (barbera min 85%; freisa, grignolino, dolcetto max 15%) 
6. Barolo (100% nebbiolo) 
7. Brachetto d’Acqui o Acqui (brachetto min 97%) 
8. Dogliani (100% dolcetto)
9. Dolcetto di Diano d’Alba o Diano d’Alba (100% dolcetto)
10. Dolcetto di Ovada superiore o Ovada (100% dolcetto)
11. Erbaluce di Caluso o Caluso (100% erbaluce)
12. Gattinara (nebbiolo, localmente spanna, dal 90% al 100%; vespolina max 4% e/o uva rara)
13. Gavi o Cortese di Gavi (100% cortese)
14. Ghemme (nebbiolo, localmente spanna, min 85%; vespolina e/o uva rara max 15%)
15. Roero (bianco: arneis min 95%; rosso: nebbiolo min 95%)
16. Ruchè di Castagnole Monferrato (ruchè min 95%; barbera e/o brachetto max 10%)

LOMBARDIA: 5
1. Franciacorta (chardonnay e/o pinot nero; pinot bianco max 50%)
Franciacorta Rosé (pinot nero min 25%)
Franciacorta Satèn (non consentito il pinot nero)
2. Oltrepò Pavese metodo classico
Oltrepò Pavese metodo classico e metodo classico rosé (pinot nero min 70%)
Oltrepò Pavese metodo classico Pinot Nero e metodo classico Pinot nero rosé (pinot nero min 85%)
3. Scanzo o Moscato di Scanzo (100% moscato di scanzo)
4. Sforzato di Valtellina o Sfursat di Valtellina (nebbiolo, localmente chiavennasca, min 90%)
5. Valtellina superiore (nebbiolo, localmente chiavennasca, min 90%)

VENETO: 14
1. Amarone della Valpolicella (corvina 45-95%; corvinone max 50%; rondinella 5-30%)
2. Bagnoli Friularo o Friularo di Bagnoli (raboso min 90%)
3. Bardolino superiore (corvina veronese 35-85%; corvinone max 20%; rondinella 10-40%; molinara max 15%)
4. Colli Asolani – Prosecco o Asolo – Prosecco (glera min 85%; verdiso, bianchetta trevigiana, perera, glera lunga max 15%)
5. Colli di Conegliano
Colli di Conegliano (manzoni bianco min 30%; pinot bianco e/o chardonnay min 30%; sauvignon e/o riesling max 10%)
Colli di Conegliano Torchiato di Fregona (glera min 30%; verdiso min 20%; boschera min 25%)
Colli di Conegliano Rosso (cabernet franc, cabernet sauvignon, marzemino e merlot, ciascuno min 10%; merlot max 40%; incrocio manzoni 2.15 e/o refosco dal peduncolo rosso max 20%)
Colli di Conegliano Refrontolo riserva/Passito (marzemino min 95%)
6. Colli Euganei Fior d’Arancio (moscato giallo min 95%)
7. Conegliano Valdobbiadene – Prosecco (glera min 85%; verdiso, bianchetta trevigiana, perera e glera lunga max 15%)
8. Lison (tai min 85%)
9. Montello Rosso o Montello (cabernet sauvignon 40-70%; merlot e/o cabernet franc e/o carmenere 30-60%)
10. Piave Malanotte (raboso piave min 70%; raboso veronese max 30%)
11. Recioto della Valpolicella (corvina 45-95%; corvinone max 50%; rondinella 5-30%)
12. Recioto di Gambellara (100% garganega)
13. Recioto di Soave (garganega min 70%; trebbiano di Soave max 30%)
14. Soave superiore (garganega min 70%; trebbiano di Soave max 30%)

FRIULI: 3
1. Colli Orientali del Friuli Picolit (picolit min 85%)
2. Ramandolo (100% verduzzo friulano)
3. Rosazzo (friulano min 50%; sauvignon dal 20% al 30%; pinot bianco e/o chardonnay dal 20 al 30%; ribolla gialla fino al 10%)

EMILIA ROMAGNA: 2
1. Colli Bolognesi Classico Pignoletto (pignoletto min 95%)
2. Romagna Albana (albana min 95%)

Sull'autore

Claudio Bonifazi

Amo bere e scrivere e per questo ho creato Vinopolis, per condividere tutto quello che bevo con gli altri. Dopo il Diploma da Sommelier sto continuando gli studi presso la WSET, dove ho ottenuto la certificazione avanzata; ad oggi sto frequentando il loro ultimo livello: il Diploma. Non pago scrivo anche su Vinoway e Bibenda7.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi